In Corea i bagni trasformano le tue feci in denario digitale

E confermato, i soldi non hanno odore... In Corea, esistano bagni che trasformano le feci umane in denaro digitale.

Il Concetto: Feces Standard Money

Si dice sempre che il tempo è denaro e in Corea del Sud, il tempo trascorso sulla tazza del bagno può rendere possibile guadagnare denaro. Si basava sulle nostre esigenze di “grande commissione” che il professor Cho Jae-weon, della National University odf Science and Technology di Ulsan ( UNIST) e direttore della ricerca del Waldon Center, ha avuto l’idea di creare una valuta digitale. Il suo concetto chiamato Feces Standard Money consente di trasformare le feci in una valuta virtuale che porta il nome di Ggool. Questa parola non ha niente a fare con il gigante d'Internet, significa “miele” in coreano. Ed è la decomposizione dei nostri escrementi che sviluppa il prezioso nettare. Sempre in questo concetto di fiore e delle api, il professore sviluppa tre servizi igienici che chiamo BeeVi, contrazione delle api e visione.

Come fonziona il Ggool?

Le cintole succhiano gli escrementi in un serbatoio dove vengono trasformati in metano con la decomposizione. Il gas viene quindi bruciato per l’uso come bioenergia. Questo potrebbe essere usato per riscaldare l’acqua , ma anche per creare questa valuta virtuale Ggool. E come nulla è davvero perduto, i rifiuti finali possono essere utilizzati come letame. Dopo ogni visita al bagno, si può scansionare un QR-Code per raccogliere un massimo di  10 Ggool al giorno.  10 Ggool è l’unità monetaria che corrisponderebbe alla nostra produzione media giornaliera di materia fecale secondo il professore, indipendente della condizione sociale o età. Con questa valuta, è possibile fare acquisti al Ggool Market, un negozio universitario e in una ventina di negozi Ulsan affiliati a questo programma. Circa 1000 persone partecipano a questo progetto. Una tecnologia che potrà magari migliorare il mondo del marketing digitale mondiale.